cucina tipica e piatti albanesi

Per imparare a conoscere in dettaglio la cucina albanese bisogna rendersi partire dal presupposto che, essendo una cucina appartenente all’area mediterranea, ha subito nel corso del tempo forti influenze greche e turche e non solo, anche provenienti dall’Italia e d italiane da diversi stati dell’Unione Europea. La lunga occupazione turca ha fornito alla cucina tradizionale albanese un largo uso di spezie orientali. Nonostante le varie influenze, la cucina tradizionale albanese ha una visione semplice della tavola. I piatti più comuni sono dei piatti davvero molto semplici e non particolarmente elaborati, ma la quantità non deve mancare. Proprio così: nella cucina albanese le porzioni sono sempre abbastanza abbondanti!

I piatti tipici albanesi, ecco i principali

Prima di andare a conoscere i piatti tipici della cucina albanese dobbiamo andare a sottolineare una cosa importante, vale a dire il clima. Proprio così è importante sapere che nelle zone costiere dell’Albania, troviamo un tipo di clima mediterraneo che dà vita a coltivazioni di arance, limoni, fichi, mandorle, peperoni, melanzane e zucchine.

cucina tipica albania peperoni ripieni

Tra i prodotti tipicamente mediterranei troviamo anche l’olio d’oliva e il miele, quest’ultimo utilizzato soprattutto per i dolci albanesi tipici che risentono delle influenze gastronomiche greche e turche. A testimonianza di ciò abbiamo i famosi baklava, che non sono altro che quadratini di pasta fillo ripieni di noci e pistacchi e ricoperti di sciroppo che si possono trovare anche nelle nostre città presso i venditori di kebab.

Fatta questa premessa, possiamo iniziare dai “meze”, gli antipasti albanesi. La loro particolarità è che sono degli antipasti che durano fino al dolce. Come? Sono serviti spesso in piatti e piattini che accompagnano la vera e propria portata principale, tutti molto colorati.

Non sono altro che assaggi assortiti di varie pietanze che accompagnano ogni pasto che rimangono sempre in tavola a disposizione dei commensali, per spizzicare tra una portata e un’altra. Essi sono composti solitamente da formaggi, salse fresche, yogurt, olive e altri piatti più complessi come i sarma o i dolma.

I meze sono diffusi in tutta l’area balcanica e sono accompagnati da un bicchiere di raki, bevanda alcolica tradizionale simile alla nostra grappa, ottima per aprire un pasto come per chiuderlo.

Insieme ai meze sulla tavola albanese non mancano mai pomodori freschi, cetrioli, cipolla, peperoni conditi abbondantemente con l’olio d’oliva e serviti in un piatto comune, spesso posizionato al centro della tavola in modo tale che tutti possano servirsi e rinfrescarsi tra le varie pietanze.

I formaggi sono qualcosa che non può mai mancare per gli albanesi: troverete tantissime varianti, ma di base troverete formaggi freschi simili alla feta (formaggio greco, per chi non la conoscesse) tipologia che in Albania chiamano “formaggio bianco” oppure formaggi più stagionati di colore giallo, il più apprezzato è senza dubbio il kaçkavall che si usa spesso in cottura.

Passiamo ora alla carne, un piatto sempre presente in ogni piatto di questa cucina deliziosa. Le portate principali sono quasi sempre composte da piatti di carne super saporiti, soprattutto quando si parla di carne di agnello, maiale e vitello. Uno dei piatti tipici albanesi è un piatto a base di bocconcini di vitello: il tasqebap, non è altro che una sorta di spezzatino con verdure. Un altro davvero gustoso è il tave dheu, sempre uno spezzatino ma stavolta di manzo cotto in un recipiente di terracotta insieme a formaggio bianco, pomodoro, alloro e origano.

Poi sempre parlando di carne, abbiamo il tave kosi: si tratta di agnello stufato con lo yogurt, un piatto davvero speciale perché la carne dolciastra dell’agnello viene contrastata dall’acidità dello yogurt.

Fortunatamente per tutti i viaggiatori vegetariani, la cucina albanese prevede delle alternative: una è speca me gjizë, una pietanza a base di peperoni riempiti con riso, spezie e ricotta che poi vengono cotti in forno. Benché vegetariano, questo piatto viene servito sempre con porzioni abbondanti e nonostante questo, è molto economico.

Dulcis in fundo, per quanto riguarda i dolci sicuramente l’influenza ottomana ha messo il suo zampino in cucina.
I dessert di origine turca, ricchi di sciroppi, miele e noci sono molto diffusi, come la bakllava o il meno noto tullumba, una pastella fritta simile al churros e ricoperta di sciroppo.

bakllava dolci tipici albanesi

Infine abbiamo la flija, un dolce tradizionale delle montagne del nord dell’Albania. È una torta composta da tanti strati di sottilissime crespelle che, accompagnata con yogurt e noci, riesce a deliziare ogni palato. Non si tratta del solito dolce di origine turca, spesso stucchevole e ricco di sciroppi e fritture. Possiede un sapore delicato e neutro, che si sposa a meraviglia con l’ottimo yogurt albanese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + 5 =