Sicurezza in Albania

Nonostante la crescita economica finanziaria e soprattutto, in termini di sviluppo e di turismo, c’è da dire che ancora oggi c’è un forte pregiudizio da parte della maggior parte dei paesi europei nei confronti dell’Albania. Molti si chiedono quali siano le condizioni di sicurezza in Albania per coloro che vogliono soggiornare senza rischi.

La situazione di sicurezza in Albania rispetto agli anni scorsi è in una fase di miglioramento progressivo. Infatti, nelle principali città turistiche si può dire che le zone sono tenute sotto stretta sorveglianza da parte delle forze dell’ordine in quanto il governo sta cercando di agire tantissimo, sotto questo aspetto per garantire una percezione di sicurezza che sia adeguata ai livelli di standard europei.

Tuttavia, ancora oggi è sconsigliato muoversi di notte nei territori magari più nascosti e più interni, dove lo stato delle strade non è delle migliori per evitare di incorrere in qualche rischio oppure veicolo. Quello che purtroppo, ancora oggi resta particolarmente attivo in Albania è il fenomeno della microcriminalità. Favorito anche da una scarsa illuminazione e dalla presenza di alcuni sentieri impervii che vanno a rendere molto più difficile di ogni tipo di spostamento, di fatto in Albania c’è ancora la necessità di evitare qualunque viaggio in solitario soprattutto per donne o per gli adolescenti che vogliono scoprirne la versione più selvaggia e ribelle. In generale, però, le principali città riescono a garantire di livelli di sicurezza davvero ottimali. Tuttavia dato la natura del popolo albanese, anche i viaggi in solitaria in Albania sono possibili e se si chiede aiuto a qualsiasi persona che ci si incontra , nessuno nega mai di aiutare il prossimo!

Consigli sulla sicurezza per chi viaggia in Albania

Coloro che vogliono conoscere qual è la situazione sotto il punto di vista della sicurezza in Albania, devono fare attenzione un po’ ai loro movimenti ma di fatto, cercare anche di abbandonare quello che è un pregiudizio di un paese che nel corso degli anni si è fatto anche conoscere nelle cronache internazionali e per episodi non proprio piacevoli legati al mondo della criminalità.

L’Albania infatti, ospita una situazione sociale molto particolare, dove convivono diversi tipi di etnie, però vi è un’armonia abbastanza convincente. In particolare, quello che fa la differenza da un punto di vista sociale in Albania è una sorta di atmosfera di tolleranza reciproca anche tra gruppi di città che hanno credenze religiose diverse. Si trovano, nelle stesse città, a volte anche piccolissime, musulmani, cattolici, ortodossi che riescono a vivere nella piena collaborazione e nel rispetto delle reciproche fidi.

La natura pacifica degli albanesi

Il popolo albanese è per natura pacifico in quanto cerca innanzitutto, di appoggiarsi su quelli che sono soprattutto i bisogni dei turisti e dei cittadini stessi del comprensorio. È evidente che esistono tutt’ora dei fenomeni di microcriminalità in Albania che devono essere tenuti sotto controllo e ovviamente, coloro che vogliono partire alla scoperta del paese delle due aquile devono fare molta attenzione ad evitare le zone interne in solitaria e soprattutto, devono essere attenti a evitare gli spostamenti notturni avventurandosi in aree sconosciute ai più.

Le forze dell’ordine in Albania

La Polizia dello Stato albanese è la forza principale di polizia Civile Nazionale che si occupa dell’ applicazione della legge nel Paese delle aquile. Coordinata dal Ministero dell’Interno, la polizia albanese è stata particolarmente potenziata negli ultimi anni, con lo scopo di fronteggiare qualunque tipo di difficoltà e di contrasto a quella che è la corruzione. La polizia albanese è entrata anche nell’Interpol a partire dal 1991 e si occupa di ordine pubblico e del rispetto delle normative vigenti al contrasto di fenomeni di illegalità sulle varie città e su tutti i territori dello stato.

A partire dal 2014, la polizia albanese ha anche avviato un processo di ammodernamento che ha riguardato non soltanto le attrezzature in dotazione delle forze dell’ordine, ma anche i metodi stessi. Sono stati acquisiti i nuovi furgoni e si è proceduto con l’estrazione di telecamere da corpo per garantire eventuali e possibili fenomeni di corruzione. Nel corso del tempo questa politica di controllo sul territorio è stata ampiamente utile per fronteggiare l’allarme criminalità che invece è stato davvero allarmante sotto l’aspetto di alcuni fenomeni critici che hanno preoccupato non poco coloro che volevano visitare l’Albania.

Vacanze sicure in Albania? Ecco come fare

Nell’area di Tirana o di Durazzo, non ci sono particolari rischi ed inoltre, c’è anche da sapere che il controllo delle forze dell’ordine in città è sempre in miglioramento.

Per quanto concerne invece i rischi ambientali e le calamità naturali, l’Albania è esposta al rischio sismico proprio come gli altri paesi dell’area balcanica. Le zone colpite più facilmente da fenomeni sismici sono quelle al confine con il Kosovo o la Macedonia, ma anche quelle al confine con la Macedonia e con la Grecia. Infine, le aree più montuose e più interne sono quelle che effettivamente potrebbero creare dei problemi da un punto di vista della sicurezza soprattutto perché c’è una scarsa illuminazione che certamente non favorisce la legalità. Inoltre, bisogna anche fare molta attenzione nelle zone di montagna dove i mezzi di soccorso stradale e quelli medici sono quasi del tutto assenti.

Per quanto concerne infine la normativa, prima di partire per l’Albania è bene conoscere da un punto di vista normativo questo paese che è molto severo sulla costituzione sugli abusi sessuali, sulla guida in stato di ebbrezza, sull’utilizzo delle droghe e soprattutto nei rapporti tra uomini e donne che non sono mai ancora alla pari e quindi bisogna gestire bene questa situazione prima di decidere di avventurarsi nelle aree interne dell’Albania senza conoscere quelle che sono le normative vigenti.